Pubblicato il 3 aprile 2012 Articolo scritto da Vittorio Di Giacomo

Perché un video diventa virale?

  • Buffer
  • Buffer

why videos go viral kevin allocca trend manager youtubeCome realizzare un video virale? Come creare un video virale? Come rendere virale un video? Come creare un video virale? Esistono migliaia di post in rete sull’argomento. Un po’ tutti coloro che si avvicinano al mondo del marketing non-convenzionale lo fanno passando per la nozione di video virale. E le serp in questo caso sono piene di ottimi contenuti a riguardo.

L’ultimo autorevole contributo arriva direttamente dal trend manager di YouTube Kevin Allocca, che ha espresso durante un intervento al TED delle riflessioni profonde sui video che hanno successo in rete.
In particolare il succo del suo discorso orbita attorno a 3 motivi principali per cui un video diventa virale:

1. Lanciatori di tendenze
2. Comunità partecipativa e creativa
3. L’inaspettato

Va detto che una riflessione interessanta Kevin Alloca la fa a monte, chiedendosi perché è importante che un video diventi virale? Al di fuori delle logiche commerciali, in cui un video virale è utile ad un brand per far girare il proprio nome e realizzare profitti, in termini culturali un video virale rende più facile la strada verso il successo.
Ed è indecentemente vero! Allocca cita Justin Biebier, io i casi italiani di Willwoosh e Clio. Due videoblogger che attraverso Youtube e il broadcasting del proprio talento sono divenuti noti al grande pubblico, ottenendo oggi il primo diversi ruoli in film italiani recenemente usciti in sala, la seconda la conduzione di un programma tv su Real time.
Chiunque di voi potrebbe diventare famoso su Internet entro sabato prossimo. Vengono caricati su YouTube più di 48 ore di video al minuto. E di questi, solo una piccola percentuale diventa virale e riceve tonnellate di visualizzazioni diventando un momento culturale. Allora come succede?” afferma e si chiede Allocca.

Perché allora diventa virale un video?

#1 Lanciatori di tendenze. Secondo Allocca, la viralità di un video può essere innescata da un influencer che ritwitta il video sul proprio account aggiungendo un commento e prendendo posizione. Gli influencer sono identificati come persone in grado di lanciare tendenze, in quanto hanno creato attorno a sé una community interessata alle nuove ed interessanti proposte che questi stakeholder della rete hanno da dire.

#2 Comunità partecipative e creative. Una volta che il video è stato lanciato, e rilanciato dagli influencer, è in mano alla comunità. Se questa è necessariamente creativa e votata alla partecipazione è fatta. Il video gira, se è predisposto alla riproducibilità genera parodie capaci di far letteralmente esplodere le sue visualizzazioni. Video come “Nyan Cat”, “Sweet Horse Lemonade” e “Friday” di Rebecca Black hanno generato un numero enorme di altri video correlati all’originale.

#3 Inaspettato. Idee sorprendenti e divertenti, che puntano magari a veicolare messaggi di sensibilizzazione sociale, stimolano l’utente perché offrono qualcosa a cui l’utente stesso non è preparato. E spesso tanto basta per indurlo alla condivisione.

“Cosa significa tutto questo?”

Domanda fondamentale a cui Alloca prova a dare una risposta:
“Lanciatori di tendenze, comunità partecipative creative, cose totalmente inaspettate, queste sono le caratteristiche di un nuovo tipo di media e un nuovo tipo di cultura a cui tutti possono accedere e in cui il pubblico ne decreta la popolarità. Insomma, come ho già detto prima, una delle più grandi star internazionali del momento, Justin Bieber, ha iniziato su YouTube. Nessuno ha dovuto approvare l’idea. E ora sentiamo di essere tutti proprietari della nostra cultura pop. Queste non sono caratteristiche dei vecchi media, e sono a malapena valide per i media di oggi, ma definiranno l’intrattenimento del futuro.”

Secondo voi è accettabile questo paradigma del video virale posto da Allocca? E’ realmente un nuovo punto di vista o è qualcosa di già sentito sul tema viralità? Questo di seguito è uno dei video virali più pregevoli dell’ultimo periodo. Vi stimola la condivisione? Risponde a queste 3 variabili poste da Kevin Allocca? Diteci la vostra tra i commenti ;)

[qui il link alla versione con sottotitoli in italiano del video di Kevin Allocca]

Autore -

Web marketing e social media specialist per professione e foodblogger per passione. Non ho nessun talento specifico, sono solo appassionatamente affamato.

15 risposte a “Perché un video diventa virale?”

  1. Per fare un video virale bisogna anche pensarlo virale! Qualche consiglio su quali sono gli step che un video virale dovrebbe percorrere nel suo making of?

  2. Invece il limite sta proprio nel non poterlo pensare virale. La comunità, l'inaspettato e gli starnutatori stabiliscono quando/quanto un contenuto possa diventare virale.

  3. Probabilmente la verità sta nel mezzo. La progettazione di un video con dna virale passa anche per la conoscenza della comunità a cui è diretto. Capire quali corde toccare per scatenare l'effetto virale è indispensabile. Per questo il marketing studia gli insight che provengono da video user generated (non brandizzati) per individuare uno schema da seguire. Il problema è che seguire lo schema spesso porta al fallimento.

  4. avatar Al Wonttell scrive:

    Come dice al punto 2 il contenuto deve essere predisposto alla riproducibilita' (in vari sensi); questo e' quello che si puo' fare in fase di ideazione. Per il resto e' tutto in mano alla community. Per questo a lavoro non mi piace parlare di contenuti virali ma spreadable

  5. Due esempi personali di video rivolti ad appassionati di auto the competizione per pubblicizzare un marchio di orologi. 1. Video (progettato per essere virale), realizzato con contenuti forniti the uteni di pagina FB, creato con cura nel montaggio e colonna sonora: ca 200 visualizzazioni in una settimana. 2 Video realizzato molto velocemente: riprese al rally di monza, buon titolo (rossi VS loeb rally monza 2011): 13.000 visualizzazioni in una settimana. A voi le conclusioni….

  6. avatar Luca Crivellaro scrive:

    Sarò banale ma la viralità a mio avviso è innescata dalle emozioni: il video deve necessariamente far ridere o commuovere o pensare. Se a queste emozioni si unisce una certa originalità e un'esecuzione tecnica decente, allora siamo sulla buona strada…

  7. secondo me alla base del successo di un video virale c'è il carattere inaspettato del video: far vedere qualcosa di "scontato" ma eccezionalmente nuovo e diverso…

  8. Quindi se stessi progettando di condividere un evento usando anche un video che vorrei fosse altamente contagioso, dovrei partire dal concept, pensare a chi è rivolto e fare in modo che sia breve, incisivo…e sharable, giusto? Mi piacerebbe che diventasse addirittura un EVENTO virale!!

  9. avatar Al Wonttell scrive:

    Anna Tagliapietra Lonardi puoi partire pensando al target e agli influencer, cosa gli piace? lo condividerebbero? (non e' facile come puo' sembrare) e poi devi farlo vedere alle persone giuste

  10. Al Wonttell…se lo faccio vedere a marketer virali come voi mi date una mano a condividerlo eventualmente?! :-)

  11. [...] s); })(); Buffer Uno dei migliori contenuti della settimana scorsa qui su Viralblog è stato - perché un video diventa virale?, articolo in cui ho riportato e commentato le motivazioni alla base della viralizzazione di un [...]

  12. avatar Luca Bocci scrive:

    Se riflettiamo un attimo però c'è un punto apparentemente scontato ma fondamentale che non si considera: il titolo e la "copertina". Puoi fare il lavoro migliore del mondo ma se quel video non viene aperto non verrà conteggiato e neanche condiviso. Certo però la condivisione punta logicamente sopratutto sul contenuto invece, ma non tanto probabilmente nella sua qualità intrinseca quanto in elementi di originalità, curiosità, empatia e quant'altro qui appunto elencato.

  13. […] Quali sono i motivi che fanno di un video caricato in rete un fenomeno virale da milioni di visualizzazioni? Prova a rispondere Kevin Allocca trend manager di Youtube.  […]

  14. avatar Nicolò Ferri scrive:

    Si bisogna avere la fortuna che qualche influencers condivida il tuo video

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento




Plugin from the creators ofBrindes :: More at PlulzWordpress Plugins